REGALA LO SMARTPHONE ALLA FIDANZATA CON UN PROGRAMMA-SPIA: RISCHIA 7 ANNI DI CARCERE

Poteva sembrare un gesto d’affetto o un segno di attenzione nei confronti della fidanzata, purtroppo non era niente di tutto ciò, ma solo l’ossessione di un uomo geloso.

In Spagna, un ragazzo di 22 anni regala alla compagna un nuovo telefono con installato all’interno un programma che la spiava 24 ore su 24 e che permetteva di avere accesso all’intero contenuto dello smartphone: mail, messaggi, conversazioni telefoniche e fotografie.

L’uomo aveva regalato il telefono alla fidanzata per poterla spiare senza che lei se ne accorgesse, ma la situazione dopo alcuni mesi era diventata insopportabile, tanto che la compagna più volte aveva tentato di lasciarlo.

Ma il ragazzo, definito dall’accusa “geloso, possessivo e manipolatore”, ogni volta che lei cercava di chiudere la relazione, chiedeva perdono e minacciava di uccidersi.

Con il passare del tempo, i sospetti della ragazza sono iniziati ad aumentare, non riuscendo a capire come mai il compagno sapesse alcune cose che non avrebbe dovuto sapere.

Infine la donna si accorge, dopo nove mesi dal regalo, che sul telefono era installato un programma che la monitorava a sua insaputa.

La ragazza ha così deciso di denunciare il fatto: l’accusa, ipotizzando la violazione della privacy, chiede sette anni di carcere, l’interdizione all’utilizzo dei mezzi di comunicazione e il divieto di avvicinarsi a meno di 500 metri dalla vittima.

Fonte: qui