FRANCIA, NUOVE MISURE DI SICUREZZA: INSEGNANTI IN CLASSE CON TELECOMANDO ANTI-TERRORISMO

Da quest’anno gli insegnati e il personale della scuola pubblica Aix-en-Provence, nel sud della Francia, sono dotati di un telecomando con il quale possono avvertire i soccorsi in caso di attacco di terrorismo.

A riportarlo è Il Corriere del Ticino che riprende i media locali.

Da tenere legato al polso o appeso al collo è una nuova misura prevista dal Ministero dell’Istruzione, che ha finanziato 800 apparecchi per 74 scuole materne ed elementari per un costo totale di 160mila euro.

Il governo di Francois Hollande aveva infatti emanato una direttiva che chiede a tutte le scuole di dotarsi di due distinti allarmi, quello tradizionale anti-incendio, e un altro anti-intrusione e anti-attentato.

Quello di Aix-en-Provence è un esperimento che potrebbe venire esteso a livello nazionale. I primi bilanci verranno fatti ad ottobre.

In caso di attacco basta premere un pulsante lanciare l’allarme alla polizia municipale.

Nonostante alcuni la ritengano una misura eccessiva essa è stata introdotta proprio per rispondere alle richieste di sicurezza.

Nelle scuole di tutta la Francia, infatti, il timore di attacchi è palpabile.

Nei giorni scorsi molti presidi hanno chiesto una deroga temporanea al divieto di fumo all’interno delle mura scolastiche per evitare che gli studenti escano fuori per fumare.

L’idea è che la deroga possa durare almeno fino alla fine dello stato d’emergenza nel 2017. Di più.

Fonte: qui